C’è il governo giallo-verde
carta vince, carta perde;
scende il pil, lo spread risale,
sembra un cocktail micidiale.
Ma c’è un reddito che avanza
detto “di cittadinanza
grazie al quale sparirà
la dannata povertà,
andrà a casa la Fornero,
verrà a galla tutto il nero
anche quello del papà
del Tycoon dell’onestà.
Ecco poi l’esperimento
che si chiama “quota cento“;
non essendo mammalucco
ho capito qual è il trucco:
fino a cento tu lavori
e se poi proprio non muori
perché Dio ti benedì
ti daranno un success fee.

C’è il Ministro di Giustizia
che ha diffuso la notizia
che la vera soluzione
è abolir la prescrizione;
cosicché il giudice pigrum
non farà de albo nigrum
se non quando ne avrà voglia
non essendoci più soglia.
Il suo nome è Bonafede
per il gabbio lui stravede,
il suo mentore è Davigo;
lo chiamiamo Bonavigo?

Il Ministro dei viadotti
(quelli sani e quelli rotti)
con sorriso disarmante
dichiarò tutto raggiante:
Voglio un ponte da passeggio
destinabile al cazzeggio
con negozi brulicanti
con boutique e ristoranti
come quello di Istambul!
Ma ci prende per il cul?

Si trovavan proprio lì
con “la faccia un po’ così
di chi a Genova c’è stato
ma non ha preventivato
che il pilone era marcito
e la vita si è inghiottito.

Ai fratelli “genovesi”
che su in cielo sono ascesi
dedichiamo il nostro usuale
e consueto Buon Natale

Jacopo Pensa
avvocato in Milano